Everything but…

0
1766

E’ una storia un pò particolare, intima che condivido volentieri con i miei amici del forum.

Questa moneta fu acquistata dal mio avo; stava già molto male e sarebbe mancato da li a pochi mesi.

Tutti i giorni redigeva un diario della sua malattia (una forma di malaria contratta andando a caccia in Africa) con piccole note – tipico dei notai – e quando riusci ad aggiudicarsi la moneta a £. 1.500 + 10% di diritti, (sapeva che non avrebbe più avuto molto da vivere) scrisse: “oggi sono felice, finalmente” – fece uno schizzo della moneta sul libricino nero della malattia.

“Ravanando” (non credo sia italiano ma dialetto casalingo) nella casa in campagna trovai il diario, lo lessi e quando trovai la nota mi prese una sensazione strana, irripetibile; tra la felicità e lo sconforto.

Pensai ai 40 anni che lo “zio Bista”, come lo chiamiamo in casa, dette la caccia a questa moneta … sempre troppo cara per essere una moneta (così scriveva tutte le volte che non si aggiudicava un lotto !), e solo al tramonto della sua vita si decise a far si che non fosse più troppo cara.

Su questa moneta scrisse un’accorata lettera alla Domenica del Corriere (mai pubblicata) per rivendicare l’italianità della Dalmazia. Scritta assai bene ed, in bella calligrafia ma i contenuti erano probabilmente eccessivi per essere pubblicati.

Per farvela breve, quando 35 anni fa rimisi in ordine la collezione dello “zio Bista” … fu la prima moneta che vidi e … (perdonatemi, mi vengono le lacrime agli occhi), e cercai al meglio di meritarmi i libri, gli scritti e le ultime monete scampate alle seconda guerra mondiale.

Un giorno venderò collezione, è inevitabile per un collezionista prima che sia buttata al vento da eredi insapienti, ma non questa, questa no; come dico gli anglosassoni : “everything but ...” questo è il mio but.

 

Regno d’Italia Napoleone I Assedio Austriaco a Zara (Ottobre – Dicembre 1813)

4 Once 1813 Zara Arg. Grammi 118,915 diametro 53,99 mm

D/ in losanga grande (29,35 mm) ZARA // 1813 ai lati di aquila imperiale coronata a destra con ali spiegate

Dritto
Dritto

Rv: nel campo in quadrato (19,43 mm) al centro 4. 0. – ___ – 18.F 40.C, intorno all’incavo della battitura escrescenza circolare, si conosce solo per questo tipo.

Rovescio
Rovescio

Contorno : contromarche in incuso SP MF (capovolto) SB

Moneta splendida e molto rara

Provenienza: ex Notaio Giovanni Battista Bolgeri Milano

ex Asta Santamaria Monete e Medaglie Napoleoniche, Roma 27 maggio 1926; lotto 117 per £. 1.500 (C1)

Pagani 311a, VG 2319b, CNI 2, DP 869, Davenport 47.

note: tondello di forte spessore 5,08mm

 

SOURCEPicchio su Lamoneta.it
SHARE
Imprenditore milanese folgorato da un’oncia di Zara in gioventù. Colleziono monetazione e medaglistica napoleonica dal 1980; con il passare degli anni ho esteso sempre più i miei interessi ad altre monetazioni e zecche: pontificia, veneziana, milanese e del Regno delle due Sicilie. Dedico alla numismatica tanto, forse, troppo tempo finche, mia moglie e le mie due figlie mi permettono di farlo. Tra le “monete” ho trovato amicizie sincere e grandi soddisfazioni con qualche piccola delusione, come capita spesso ai caratteri non facili.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY

13 − cinque =